7 modi per calmare un bambino

7 modi per calmare un bambino

Calmare un bambino potrebbe essere una piccola impresa ardua, ma ascoltarlo instancabilmente può divenire esasperante. E per i genitori, anche molto angosciante. Nelle grida, nel pianto e negli strilli, gli adulti possono provare tutte le possibili opzioni per calmare un bambino. Attualmente Internet è una fonte infinita di possibili soluzioni, alcune più popolari e accettate di altre. La verità è che non esiste una ricetta magica che funzioni perfettamente, ma dipenderà dal momento e dalla situazione che ogni bambino sta vivendo.



Ecco alcuni suggerimenti che puoi mettere in pratica per calmare un bambino in una crisi di pianto.

7 modi per calmare un bambino

  • 🍼 Suono costante: può essere una canzone morbida all’orecchio o un suono ambientale simile al rumore del mare e al canto degli uccellini. Qualsiasi suono costante può calmare un bambino perché ricorda loro il cuore della madre che sentivano quando erano nel suo grembo.
  • 🍼 Mettersi davanti allo specchio è qualcosa che può affascinare un bambino e distrarlo per molto tempo. Se non sai cosa fare per calmare il tuo bambino, prova a metterlo davanti al tuo riflesso per lasciarlo scoprire e divertire.
  • 🍼 Un bagno rilassante: l’acqua calda può essere un ottimo alleato per calmare un bambino. Assicurati che la temperatura sia giusta affinché il bambino sia a suo agio.
  • 🍼 Contatto fisico: essere protetti in un abbraccio, a volte, è l’unica tecnica per calmare un bambino. Anche se molti credono che in alcuni casi è meglio lasciarli piangere, se vuoi rassicurare un bambino, prova a cullarlo per farlo sentire sicuro e protetto.
  • 🍼 Passeggiare tra le braccia della mamma: di fronte alla stanchezza che implica una crisi di pianto, è probabile che il bambino non possa resistere a fare sogni d’oro quando lo cullerai tra le tue braccia, mentre cammini per casa. Questa tecnica potrebbe richiedere più tempo, ma è una delle più utilizzate.
  • 🍼 Mantieni la calma: non puoi rassicurare il tuo bambino se sei nervoso dal suo pianto. Quando lo stai cullando o stai cercando di farlo dormire, trasmetterai il tuo nervosismo e le tue preoccupazioni. Anche se sembra una sfida, devi cercare di non disperare, in modo che il tuo bambino percepisca la tua pace.
  • 🍼 Osserva attentamente il tuo bambino in dettaglio per rilevare eventuali sintomi che potrebbero indicare ciò che potrebbe causargli disagio. A volte è fame, crampi al pancino o semplicemente sonno. Altre volte, potrebbe essere indicazione di un raffreddore, del pannolino pieno che lo infastidisce o voglia della mamma.

Conosci altre tecniche per calmare un bambino ? Condividile con noi!

Potrebbe interessarti “Come mettere a letto un bimbo che non vuole dormire



0 0 votazioni
Article Rating

Anna Rosa Montalbò

Mi chiamo Anna Rosa Montalbò, classe 87 e ho conseguito la laurea in giurisprudenza magistrale con specializzazione in criminologia psichiatrica forense e neuroscienze del marketing. Sono una creator digitale con competenze specializzate in grafica, comunicazione e... ovviamente ricette. Sono mamma di Alice e del mio progetto culinario a 360° intitolato "C’ena una Volta" su Instagram. Da diversi anni, ogni giorno, condivido ricette particolari, sane e grafiche, arricchite da consigli di ogni genere. Il mio modo di condividere le ricette richiama la mia prima passione e professione di grafico. Come foodblogger italiana e creativa digitale, cerco di dare un tocco di colore e vivacità a tavola dei miei follower.
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Available for Amazon Prime