bevande notturne comecosaquando
8 bevande notturne per disintossicare il fegato e bruciare grassi
Gennaio 31, 2018
Le sigarette elettroniche causano una malattia comecosaquando
Le sigarette elettroniche causano una malattia chiamata “Popcorn Lung”
Febbraio 1, 2018
consigli per una gravidanza sana comecosaquando

Sei alla ricerca di consigli per una gravidanza sana? Sei stata travolta anche tu da tutte quelle informazioni sbagliate là fuori appositamente create per le mamme in attesa? Non farti prendere dal panico, ecco i veri 10 consigli per una gravidanza sana.

Consigli per una gravidanza sana

1) PIANIFICA IN ANTICIPO

Inizia a stare bene anche prima di rimanere incinta“, consigliano ostetriche e ginecologi di tutto il mondo? (Già incinta? Segui tutti questi consigli per una gravidanza sana il prima possibile, e non preoccuparti.) Nel tuo elenco di cose da fare: inizia ad assumere un multivitaminico giornaliero con almeno 400 microgrammi di acido folico, la vitamina B che aiuta a prevenire i difetti del tubo neurale, come la spina bifida, smetti di fumare, bere alcolici e fare uso di droghe ricreative.



Pianifica anche un controllo pre-concezione. Chiedi al tuo medico curante di rivedere i tuoi farmaci per la sicurezza del tuo bimbo; chiedi al tuo medico di fare un test per eventuali infezioni trasmesse sessualmente; assicurati che le tue vaccinazioni siano aggiornate e ricorda di trattare i tuoi problemi di salute in maniera corretta.

2) CIRCONDATI DI PERSONE CHE POSSANO DARTI SOSTEGNO

Il supporto pratico ed emotivo può essere cruciale per aiutarti a stare in salute ed evitare l’ansia e la depressione prenatale. La tua cerchia potrebbe includere il tuo partner, i familiari, gli amici ed i colleghi, un istruttore pre parto, il tuo medico curante o l’ostetrica.

È stato dimostrato che il supporto continuo durante il travaglio riduce il bisogno di farmaci per la cura della madre e il suo rischio di interventi, inclusi i tagli cesarei, e porta ad un parto più soddisfacente. È importante avere un sostegno comprensivo, ma anche cercare quello dei familiari e degli amici. Secondo un recente studio pubblicato su Clinical Psychological Science, ricevere un bel pò di supporto emotivo dalla tua famiglia mentre aspetti un bebè, aiuta a prevenire la depressione postpartum.

3) TROVA IL GIUSTO “GURU”

Scegli qualcuno che ti rispetti e veda la nascita come un processo sano e non come una malattia“, afferma Raymond De Vries, membro del Centro di bioetica e scienze sociali presso l’Università del Michigan Medical School e autore di Una nascita piacevole (Temple University Press).



La scelta migliore è un’ostetrica con credenziali eccellenti che rispetti anche le tue opinioni e le tue scelte. Se la tua gravidanza è considerata ad alto rischio perché multipla, hai avuto precedenti complicazioni in altre gravidanze o al parto, o ti sono state diagnosticate alcune condizioni mediche, tra cui diabete, obesità o pressione alta, è importante che il tuo assistente abbia una relazione collaborativa con uno specialista in medicina fetale materna.

4) CONOSCERE I SINTOMI

Durante la gravidanza, sintomi apparentemente lievi possono segnalare qualcosa di serio; i segni comprendono vertigini, svenimento, mancanza di respiro, battito cardiaco accelerato, nausea e vomito, difficoltà a camminare, dolore o bruciore durante la minzione, visione offuscata, gonfiore pronunciato o diminuzione dell’attività fetale per più di 24 ore.

Circa 1 bambino su 8 nasce prematuro, quindi contatta immediatamente il tuo medico se soffri di sintomi come crampi uterini che diventano più forti, mal di schiena forte, perdita di liquido amniotico e sanguinamento vaginale.

Dovrai, anche, praticare vaccini antinfluenzali come di consuetudine e controlli dentistici regolari (ricorda di saltare esami a raggi X, però); le infezioni gengivali non trattate, per esempio, sono state collegate a parti prematuri. Se ti dovessi ammalare, ricorda di non assumere nulla che non sia stato prescritto dal medico o dall’ostetrica.

5) MANGIARE BENE (MA NON PER DUE)

La gravidanza è il momento fatidico di fare il conteggio delle calorie. Gli alimenti ricchi di sostanze nutritive essenziali come proteine, acido folico e ferro nutriranno te e il tuo bambino e cibi ricchi di fibre possono aiutare a prevenire la stitichezza. Inoltre, dovresti bere molta acqua, che è necessaria per sostenere l’aumento del volume di sangue. Mangiare quattro o cinque mini pasti al giorno, può aiutare a prevenire il bruciore di stomaco e mantenere costanti i livelli di zucchero nel sangue e prevenire probabili abbuffate.

Evita cibi che possono essere pericolosi durante la gravidanza, comprese le carni crude e i salumi, frutti di mare crudi, uova crude o poco cotte, formaggi molli non pastorizzati e pesci di grandi dimensioni, come il pesce spada, che possono contenere alti livelli di mercurio e altre tossine. Inoltre, limita il consumo di caffeina a 200 milligrammi al giorno, l’equivalente di circa 350 ml di caffè.

6) FARE ESERCIZIO FISICO

Secondo l’American College of Obstetricians and Gynecologists, le donne che aspettano un bebè dovrebbero fare esercizio fisico per un minimo di 30 minuti al giorno, sei o sette giorni alla settimana, a meno che non abbiano ragioni mediche per non farlo. Lo stretching e gli esercizi regolari possono alleviare mal di schiena, stitichezza e nausea mattutina. Inoltre, avere un cuore e dei polmoni forti ti aiuterà a superare la tua prossima maratona: dare alla luce il tuo piccolo dono (o forse due, tre e così via… )

7) SICUREZZA OVUNQUE

Gli infortuni sono la principale causa di morte materna durante la gravidanza“. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, le lesioni causate dai veicoli a motore sono la principale causa di morte e lesioni per le donne incinte. In un incidente, coloro che non indossano le cinture di sicurezza hanno tre volte più probabilità di perdere il loro bambino, rispetto a chi l’allaccia.

Assicurati di regolare la cintura addominale sull’area del bacino e sui fianchi.

8) PREDILIGERE IL BIO

Tra i 10 consigli per una gravidanza sana, ricorda di ridurre al minimo l’esposizione ai prodotti chimici, compresi quelli presenti nei detergenti per la casa, solventi, vernici e prodotti di bellezza di uso comune. Evita la polvere di piombo, che può essere generata durante le ristrutturazioni nelle case più vecchie e il bisfenolo-A (BPA), un estrogeno sintetico trovato in innumerevoli prodotti, tra cui contenitori di plastica e scontrini fiscali di registratori di casse termiche.



Evita il fumo passivo, evita di stare a contatto con lettiere di animali domestici e il terreno del giardinaggio e acquista alimenti biologici il più spesso possibile per ridurre al minimo l’esposizione a pesticidi, ormoni della crescita e altre sostanze chimiche. Assicurati di lavare tutta la frutta e le verdure prima di mangiarle: alcuni studi hanno collegato l’esposizione prenatale ai pesticidi ad un aumentato rischio di obesità, infertilità, disturbi da deficit di attenzione e problemi cognitivi nei bambini.

9) OSSERVARE IL PESO

Le attuali linee guida richiedono che le donne in normo peso guadagnino da 11 a 15 chilogrammi, in sottopeso fino a 18 chili e donne in sovrappeso dai 6 agli 11 chili. Ma alla luce di un’epidemia, sempre più diffusa, di obesità, alcuni esperti mettono in discussione quest’ultima raccomandazione.

“La ricerca sta dimostrando che la maggior parte delle donne guadagna troppo peso durante la gravidanza“. Le mamme in sovrappeso sono a maggior rischio di complicazioni durante la gravidanza, tra cui diabete gestazionale, ipertensione e preeclampsia. Sono anche più propense a partorire bambini più grandi, a sottoporsi ad interventi più complicati e ad avere un cesareo.

Tuttavia, la gravidanza non è il momento per condurre una dieta, quindi, non smettere di mangiare o iniziare a saltare i pasti e ricorda di continuare a seguire questi consigli per una gravidanza sana.

10) SCOPRIRE UN AIUTO PER LO STRESS

Alcuni studi suggeriscono che lo stress grave o cronico può influire sul feto.

“Una donna su 10 sperimenta depressione durante la gravidanza e molte di esse soffre senza cercare un trattamento che potrebbe aiutare.”

L’intimità è un ottimo antistress e una ricerca condotta nel Centro medico dell’Ohio State University conferma che, se non si hanno fattori di rischio per avere un parto prematuro o altre complicazioni, si può godere di una vita sessuale sana fino alla nascita del bebè. E tu, conoscevi già questi piccoli consigli per una gravidanza sana?

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *