8 trucchi di pulizia che in realtà non funzionano
Marzo 4, 2018
come padroneggiare la tua lista di cose da fare comecosaquando
Come padroneggiare la tua lista delle cose da fare
Marzo 5, 2018
17 cose che non dovresti mai mettere in una lavastoviglie comecosaquando

In questa guida scoprirai 17 cose che non dovresti mai mettere in una lavastoviglie per evitare di combinare seri danni. Le lavastoviglie automatiche, infatti, sono macchine magiche e un vero e proprio risparmio di tempo in cucina, ma possono danneggiare gli oggetti, e alcuni di essi sono piuttosto costosi da riparare o sostituire. È meglio essere sicuri e lavare a mano questi articoli da cucina e sala da pranzo. Se scegli di farli scivolare nella tua lavastoviglie, opta per il cestello superiore e preparati ad accettare i tuoi errori!



Cucchiai, ciotole e taglieri in legno

Coltelli da cucina

Grattugie e Setacci

Pentole in ghisa

Pentole e pentole in alluminio

Pentole e tazze di rame

Coperchi della pentola a pressione

Pentole antiaderenti

Piatti in acrilico o melamina

Bicchieri, sottobicchieri e contenitori termici isolati

Vetreria stampata o dipinta a mano

Contenitori di plastica sottili

Contenitori con etichette di carta

Posate d'oro e metalliche rifilate in Cina

Cina vintage, cristalli delicati e articoli riparati

Coltelli in argento sterling

Bicchieri e Tazze per la colazione Vintage

  1. Cucchiai, ciotole e taglieri in legno

    La durezza dei detersivi per lavastoviglie può eliminare gli oli naturali che impediscono l’asciugatura degli utensili in legno e dei taglieri. Quando questi oli vengono via, il legno inizierà a rompersi.

    Gli oggetti in legno devono essere lavati a mano velocemente con un detergente delicato in acqua tiepida. Non permettere che si impregnino perché ciò può causare il rigonfiamento e la distorsione del legno. Se senti che il legno ha bisogno di essere disinfettato, usa una soluzione delicata di candeggina a base di cloro e acqua tiepida – 1/4 tazza di candeggina a 1/2 litro di acqua.

  2. Coltelli da cucina

    Innanzitutto, i bordi possono intaccare il rivestimento protettivo di cremagliere e cesti che causano la formazione di ruggine. In secondo luogo, questi spigoli vivi sono pericolosi quando si scarica la lavastoviglie, soprattutto quando i bambini stanno aiutando nelle faccende domestiche.

    Infine, l’aspro detersivo per lavastoviglie può smussare i bordi e far sì che le maniglie in legno si allentino e si spezzino. È meglio lavare a mano tutti i tipi di coltelli da cucina.

  3. Grattugie e Setacci

    Ricorda tra le 17 cose che non dovresti mai mettere in una lavastoviglie, qualsiasi utensile da cucina con spigoli vivi non deve essere posizionato in lavastoviglie. Grattugie e setacci possono intaccare il rivestimento di plastica sui cestelli e la ruggine inizierà a formarsi.

    E se si affollano oggetti con piccoli fori nella lavastoviglie, è quasi impossibile che il flusso dell’acqua rimuova tutte le particelle di cibo e potrebbe intasare le tubature. Ancora una volta, lavare a mano questi utensili per ottenere migliori risultati.

  4. Pentolame in ghisa

    Il pentolame in ghisa esiste da secoli e può durare quasi per sempre se viene curato adeguatamente. Per evitare che la ghisa si arrugginisca e il cibo si attacchi, deve essere massaggiato con olio. L’olio penetra nel ferro e lascia una superficie di cottura quasi perfetta.

    Quando la ghisa viene posta in lavastoviglie, il detergente aggressivo e l’acqua eccessiva rimuovono l’olio e lasciano la ghisa inutilizzabile. Il processo di stagionatura deve essere completamente avviato. Questo vale anche per il set di pentole e padelle di ferro che hanno rivestimenti esterni in smalto.

    Anche se la tua padella è ricoperta di smalto nero all’esterno e pensi che la lavastoviglie sia un modo semplice per pulirla, resisti all’impulso. Usa invece olio di gomito vecchio stile.

  5. Pentole e padelle in alluminio

     Tra le 17 cose che non dovresti mai mettere in una lavastoviglie, se hai mai messo una tortiera in alluminio lucido usa e getta in lavastoviglie, avrai già notato cosa succede. Tende a scurirsi.

    La stessa cosa può succedere alle tue pentole in alluminio, padelle e teglie da forno. Se l’alluminio non è stato anodizzato, il detergente aggressivo può provocare vaiolature e corrosione. Si possono anche vedere macchie bianche sulla superficie, date dall’alcalinità del detersivo per lavastoviglie. Anche se la padella è etichettata come “lavabile in lavastoviglie”, è meglio lavarla a mano.

    Se vuoi rimuovere la decolorazione e le macchie, realizza una pasta di cremor tartaro e acqua tiepida. Spalma la pasta sulla pentola e usa un pò di olio di gomito – e ricordati di lavarle  a mano la prossima volta!

  6. Padelle e Pentole di rame

    Le padelle e le pentole in rame sono classiche e veramente meravigliose, ma richiedono uno sforzo supplementare per mantenerle luminose e brillanti. Non rendere più difficile l’operazione mettendole in lavastoviglie. I prodotti chimici aggressivi presenti nel detersivo per lavastoviglie possono immediatamente offuscare la finitura e possono essere corrosivi e causare la formazione di ruggine.

    La vaiolatura non verrà rimossa anche con il miglior detergente per rame e olio di gomito.

  7. Coperchi della pentola a pressione

    Ricorda tra le 17 cose che non dovresti mai mettere in una lavastoviglie, che mentre una pentola a pressione può passare attraverso un ciclo di lavastoviglie senza subire danni, non si dovrebbe mai mettere il coperchio della pentola a pressione nella lavastoviglie.



    Il coperchio contiene le valvole che controllano il funzionamento dell’utensile. L’azione di una lavastoviglie può spingere piccole particelle di cibo nelle valvole e sfiati e causare il malfunzionamento della pentola, fino ad un’esplosione reale. I prodotti chimici aggressivi possono anche danneggiare le guarnizioni in gomma o silicone del coperchio.

  8. Pentole antiaderenti

    Mentre molte  padelle antiaderenti sono etichettate come lavabili in lavastoviglie, i detergenti aggressivi e le temperature di essiccazione eccessivamente alte possono incidere sul rivestimento antiaderente. Se si sceglie di lavare le padelle in lavastoviglie, saltare il ciclo di asciugatura e lasciarle asciugare all’aria.

    Al primo segno di danno alla superficie, è il momento di una nuova panoramica. Quando la superficie antiaderente viene graffiata, scheggiata o sfaldata, può rilasciare pericolose tossine nel cibo.

  9. Piatti in acrilico o melamina

    Le stoviglie in acrilico o melamina leggere e non infrangibili sono molto popolari grazie ai colori e ai motivi vivaci. Sfortunatamente, l‘acqua alta e le temperature di asciugatura e i detersivi per lavastoviglie difficili possono rovinare i piatti. Dopo diversi lavaggi, soprattutto per set meno costosi, possono verificarsi incrinature e perdita di colore e design.

    Se li ami e vuoi che durino, lavali a mano.

  10. Bicchieri, sottobicchieri e contenitori termici isolati



    Bicchieri, sottobicchieri e contenitori isolati in plastica e metallo sono ottimi per mantenere a temperatura, i cibi caldi e freddi. La maggior parte sono costruiti con due strati di materiale con uno spazio aereo tra i due. È quello spazio aereo che fornisce l’isolamento.

    Mentre alcuni contenitori sono etichettati come lavabili in lavastoviglie, molti non lo sono. È meglio lavare a mano questi contenitori in plastica e metallo isolati. Se decidi di metterne uno nella lavastoviglie, opta per la griglia superiore e salta il calore elevato del ciclo di asciugatura, che potrebbe causarne la rottura e l’acqua potrebbe entrare nello spazio aereo.

    Suggerimento extra: per rimuovere le macchie di caffè dall’interno di un termos da viaggio, realizza una pasta di bicarbonato di sodio e acqua. Utilizza una spazzola morbida o un panno per applicare la pasta e quindi “strofina” delicatamente. Risciacqua bene e asciuga con un panno morbido.

  11. Vetreria stampata o dipinta a mano

    Le tecniche per la stampa commerciale su vetro sono migliorate ma non sono sempre infallibili in lavastoviglie. Questo detergente aggressivo e la forza dello spruzzo d’acqua possono rimuovere la vernice in uno o due lavaggi.

    E a che serve un bicchiere dosatore senza linee? O un set di bicchieri acquistato per quei meravigliosi disegni?

    La vetreria dipinta a mano, anche se il vetro è stato cotto a fuoco, non dovrebbe mai essere collocata nella lavastoviglie.

  12. Contenitori di plastica sottili

    Tra le 17 cose che non dovresti mai mettere in una lavastoviglie, ricorda che se tendi a salvare ogni contenitore e confezione del burro, della margarina o di altri alimenti da supermercato da utilizzare per la conservazione, preparati a perderne alcuni se li si posizioni in lavastoviglie. L’alto calore può farli sciogliere o deformare.

    Quando li posiziona in lavastoviglie, utilizza solo il cestello superiore e salta il ciclo di asciugatura ad alta temperatura. Rimuovili, quindi, dalla lavastoviglie e lasciali asciugare all’aria.

  13. Contenitori con etichette di carta

    Insieme ai tuoi contenitori per gastronomia, puoi anche conservare vasetti di vetro. Non c’è alcun problema nel posizionare i vasetti nella lavastoviglie se si rimuovono prima le etichette di carta. In caso contrario, la carta e l’adesivo potrebbero staccarsi e intasare lo scarico della lavastoviglie e il sistema di smaltimento degli alimenti.

    Suggerimento extra: uno dei migliori separatori di etichette/adesivi sul mercato è con un raschietto integrato.

  14. Posate d’oro e metalliche rifilate in Cina

    Tra le 17 cose che non dovresti mai mettere in una lavastoviglie, mentre le posate in argento sterling superano bene un ciclo in lavastoviglie, le posate dorate si appannano e si scoloriscono a causa del detergente aggressivo.

    Porcellana e porcellana fine sono lavabili in lavastoviglie, a meno che non abbiano finiture o immagini metalliche. Il detergente aggressivo e la forte azione dell’acqua dei getti possono causare lo scardinamento del lavoro fatto a mano con metallo. In caso di delicate porcellane, fai attenzione durante il caricamento in modo che i pezzi non entrino in contatto e causino scheggiature.

  15. Cina vintage, cristalli delicati e articoli riparati

    Per qualsiasi cimelio di vetro o porcellana, scorda definitivamente la lavastoviglie e lavalo accuratamente a mano. Questo è particolarmente importante per qualsiasi oggetto che è stato riparato. Il calore elevato e i detergenti aggressivi causano l’indebolimento degli adesivi e si possono perdere piccoli pezzi.

    Il cristallo delicato, inoltre, dovrebbe essere lavato a mano per evitare scheggiature. Se si decide di utilizzare la lavastoviglie, utilizzare la griglia superiore e posizionarli in maniera corretta,  per evitare di romperli. Ricorda, un cristallo al piombo diventa torbido e snocciolato dopo essere stato inciso dai detergenti aggressivi.

  16. Coltelli in argento sterling

    Le posate in argento sterling possono essere inserite in lavastoviglie, con una sola eccezione: molti coltelli in argento sterling hanno una maniglia vuota e il calore della lavastoviglie può causare la fusione e la separazione della colla che tiene la lama sull’impugnatura. Ciò accade se la lama è in argento o acciaio inossidabile. Opta per un lavaggio a mano.
  17. Stoviglie vintage per la prima colazione

    All’ultimo posto tra le 17 cose che non dovresti mai mettere in una lavastoviglie, le stoviglie vintage, in particolare quelle in vetro, possono ingiallirsi dopo diversi lavaggi in lavastoviglie a causa dell’alto calore e del detergente aggressivo. Cerca di lavare a mano i pezzi per farli apparire al meglio. E tu, lo sapevi già?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *